Tesi   Home pages  

Università degli Studi
di Cagliari
Facoltà di
Scienze Politiche
 


IL GOVERNO ELETTRONICO IN EUROPA E NEGLI STATI MEMBRI, NELL'AMBITO DELLA SOCIETA' DELL'INFORMAZIONE


Tesi di laurea di Mariangela Vuolo

Relatore: prof. Giovanni Duni


INDICE

INTRODUZIONE


CAPITOLO I
La realizzazione dell’amministrazione telematica.


1.Le esigenze di riforma della P.A.

2. La Teleamministrazione, caratteristiche e conseguenze della sua introduzione.
2.1. L’interscambio di dati tra archivi della P.A.
2.2. Sistema dei controlli.


3. I vantaggi offerti dall’introduzione della Teleamministrazione.
3.1. Le modifiche procedurali.
3.1.1.)Atti amministrativi automatizzati.
3. 2. I rapporti con i cittadini


4.L’atto amministrativo elettronico.

5.Esigenza di garanzie, la firma elettronica.

6. Problematiche relative al passaggio alla teleamministrazione.


CAPITOLOII
La realizzazione della società dell’informazione in Europa.


1.Le Ragioni di un intervento europeo per la realizzazione di progetti relativi all’informatizzazione della P.A.

2. La democrazia e la realizzazione della società dell’informazione in Europa.
2.1.Rapporti tra le nuove tecnologie e la politica.
2.2.Rafforzamento della democrazia diretta.
2.3. Il dialogo tra le istituzioni.


3.Programma pluriennale per la realizzazione della società dell’informazione.
3.1.Obbiettivi del programma e misure da adottare
3.2 presentazione di progetti uniformi per la realizzazione dlla SI.


4. Notificazione preliminare di iniziative nazionali in materia di regolamentazione di servizi della società dell’informazione.
4.2. Limiti all’ammissibilità di restrizioni nazionali
4.5. Informazione preliminare e cooperazione. Aspetti internazionali.


5. E-Europe, una società dell’informazione per tutti.
5.1.1 E-government : Amministrazione pubblica on line.
5.1.2. Carte intelligenti per l’accesso sicuro alle applicazioni elettroniche
5.2. Le varie fasi dell’iniziativa.


6.L’informazione del settore pubblico nella società dell’informazione.
6.1. Informazione on line e diritto di accesso ai documenti.
6.2. Parere del Comitato economico e sociale e del Comitato delle Regioni.


7. La realizzazione dell’e-government europeo. Reti transeuropee e interoperabilità:il progetto IDA (interchange of data between administrations).
7.1. Principali obbiettivi dell’iniziativa.
7.2. Prima fase,alcune iniziative.
7.3. IDA II, la seconda fase del progetto.
7.3.1 L’interconnessione tra le reti: la decisione 1719/1999.
7.3.2. Garantire l’interoperabilità. La decisione 1720/1999.
7.4. I servizi generici
7.4.1 Il progetto TESTA.
7.4.2.Validità giuridica dell’ interscambio di dati per via elettronica e sicurezza.


8. Disciplina europea in materia di firme elettroniche.
8.1. Questioni relative alla disciplina della responsabilità.
8.2.Aspetti internazionali (art.7 direttiva 99/93).


CAPITOLO III
Le iniziative di e-government negli stati membri.

I. Il piano d’azione e-governement in Italia.

1.Evoluzione normativa.

2.La realizzazione del sistema informativo unitario.
2.1. Azioni infrastrutturali, la rete nazionale.
2.1.2 Rete nazionale delle amministrazioni.
2.2. Azione delle Regioni ed enti locali.
2.2.1. Le Community networks.


3. Gli strumenti organizzativi e operativi.
3.1. Unità per l’elaborazione della strategia.
3.2. Unità per la gestione del programma di lavoro.


4.Piano triennale 1998-2000.

5.Piano d’azione per l’e-Government
5.1. Condizioni necessarie per realizzare il piano italiano.

6. Varie iniziative adottate.
6.2. Protocollo informatico.
6.3. Portali per i servizi ai cittadini.
6.4. Carta d’identità elettronica.
6.5. Integrazione delle anagrafi.
6.6.Sistema di interscambio Catasto-Comuni (SISTER; Sistema Interscambio Territorio).
6.7. Informatizzazione delle procedure di spesa.
6.8.E-procurement.


7.Azioni di formazione.

II. INIZIATIVE DI GOVERNO ELETTRONICO IN SPAGNA

Introduzione.

1. La legge 30 del 1992 sul regime giuridico delle pubbliche amministrazioni.

2.Rapporti con i cittadini.

3.Istituzioni che si occupano della realizzazione delle riforme dell’amministrazione.

4.Iniziative adottate.
4.1. Il piano d’azione INFO XXI.
4.2. La pubblicazione on line degli atti normativi.
4.3. Realizzazione della Intranet amministrativa.
4.4. L’Hipercentro de Informaciòn Administrativa (HIA).


5.Il progetto di sportello unico.
5.1. Interconnessione dei registri.

6. Alcune iniziative di dematerializzazione. Il Real Decreto 1565/1999.

7. Questioni relative alla validità giuridica del documento elettronico.

8. Validità del documento elettronico e disciplina della firma elettronica.

III LA FRANCIA.

1.PAGSI, Programma di Azione Governativo per l’Ingresso della Francia nella società dell’Informazione.

2.Le nuove tecnologie e la riorganizzazione dell’amministrazione.
2.1.La regolamentazione.

3. Alcune iniziative.
3.1. Informazioni e formulari amministrativi on line.
3.2. Modulistica on line.
3.3. Teleprocedure.


4. Formazione del personale.

5.Sicurezza e firma elettronica.

IV. I PAESI BASSI

1. Iniziative intraprese.

2.Alcune questioni legate alla fornitura di servizi elettronici.

V. IL BELGIO

1.Informazioni on line.

2.Numero d’identificazione unico per le imprese.

3.L’iniziativa E-W@llonie.net.

VI. Il PORTOGALLO.

1. Il Portogallo e la Società dell’Informazione.

2.Il Libro verde per la società dell’informazione

3. La rete elettronica della P.A.



BIBLIOGRAFIA